La polemica sui curiosi “detenuti” sulla nave Diciotti a Catania

              Mi spiace che il mio articolo si sia prestato a una così distorta interpretazione. La “barzelletta” da me lamentata non consisteva nella visita della rappresentante del Garante, la cui figura apprezzo, per carità, ma nel fatto che quella visita potesse essere o apparire una prova che sulla nave Diciotti ci fossero dei detenuti. Che il pubblico ministero di Agrigento ha ritenuto essere stati arrestati illegalmente, con tanto di contestazione del corrispondente reato al ministro dell’Interno e al suo capo di Gabinetto, chiamati a risponderne con le procedure e le competenze del cosiddetto tribunale dei ministri.

            Colgo l’occasione per condividere una volta tanto un’’osservazione di Marco Travaglio sull’insospettabile Fatto Quotidiano, dove pur nel contesto di un attacco al “cazzaro verde” Salvini si fa notare che il sequestro di persona e l’arresto illegale, contemporaneamente contestati al ministro dell’Interno oltre al solito abuso d’ufficio, si elidono a vicenda. O c’è stato un arresto illegale o c’è stato un sequestro di persona, ma tutti e due insieme non stanno in piedi, come non starebbe in piedi scambiare la visita di un garante dei detenuti, e di persone private comunque della libertà, per una prova che il pattugliatore della Guardia Costiera ancorato nel porto di Catania fosse ormai diventato in quei giorni un carcere galleggiante . (f.d.)

 

 

 

Risposta alla lettera di protesta del Garante dei Detenuti a Il Dubbio 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: