Gli insulti del pregiudicato Grillo

Beppe Grillo ha commentato a modo suo, cioè con insulti, la prestazione di Matteo Renzi nel salotto televisivo di Lilli Gruber, a la 7, appena dopo che il padre Tiziano aveva concluso un interrogatorio di 4 ore subìto nella Procura di Roma per il suo coinvolgimento, con l’accusa di traffico d’influenze illecite, nelle indagini sugli appalti della Consip. Che è la centrale degli acquisti della pubblica amministrazione.

         Al netto degli insulti, non una parola di risposta, o di spiegazione, il comico di Genova ha ritenuto di voler spendere sulla realtà denunciata dall’ex presidente del Consiglio di un movimento -quello delle 5 Stelle- severissimo con tutti ma fondato da “un pregiudicato”, quale in effetti è Grillo per una sentenza definitiva di condanna rimediata dopo un incidente mortale in auto. Per una volta Renzi ha preso in prestito il linguaggio da casellario giudiziario di Marco Travaglio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: