Quanti significati in quella mascherina di Mattarella sull’Altare della Patria…

            Il presidente della Repubblica ha giustamente colto anche l’occasione della festa della liberazione dell’Italia dal nazifascismo, che l’aveva divisa e ulteriormente insanguinata dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, per rilanciare i suoi richiami all’unità nazionale attualizzandoli al momento di gravissima crisi sanitaria, economica e sociale che il Paese sta attraversando anche più di altri che ne sono stati colpiti.

           Ancora una volta il capo dello Stato ha fatto il suo dovere, ancora più encomiabile se consideriamo la delusione procuratagli negli ultimi tempi da buona parte delle forze politiche e persino dal governo. Che, già diviso al suo interno per l’eterogeneità della maggioranza giallorossa improvvisata nella scorsa estate pur di evitare uno scioglimento anticipato delle Camere destinato in quel momento ad una larga vittoria del centrodestra a trazione leghista, ha cercato sì di soddisfare le attese e i consigli del capo dello Stato ma cercando più di dividere l’opposizione che di coinvolgerla davvero nella gestione dell’emergenza. E vi è in parte riuscito, vista la concreta possibilità che il presidente del Consiglio si è guadagnato di ottenere in Parlamento, all’occorrenza, il sì del partito di Silvio Berlusconi all’uso del cosiddetto Mes, acronimo del meccanismo europeo di stabilità, noto anche come “fondo salva-Stati”, osteggiato invece da una parte almeno del Movimento 5 Stelle. Che non si fida delle nuove e minori “condizionalità” che graverebbero sugli oltre 30 miliardi di euro di cui l’Italia potrebbe disporre per le occorrenze sanitarie e attigue.

            Quella mascherina che Sergio Mattarella ha indossato sull’altare della Patria dopo avere omaggiato la tomba del Milite Ignoto mentre le Frecce Tricolori svettavano in cielo Frecce tricolori.jpegper partecipare alla festa del 25 aprile, gli è forse simbolicamente servita anche a proteggersi dalla brutta aria politica che si respira nel Paese, oltre che a fare da esempio ai cittadini che dovrebbero coprirsi naso e bocca sempre per strada per evitare il rischio di contagiarsi del coronavirus e di contagiare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: