L’inquietante processo alla memoria, e alle spalle, di Sergio Marchionne

            Continua, ahimè, un curioso processo a Sergio Marchionne dopo la morte a Zurigo. Se ne sta occupando la Consob, l’Autorità di controllo sulla Borsa, per le fluttuazioni dei titoli della FCA verificatisi nei suoi ultimi giorni di vita, quando i vertici del gruppo dichiararono di avere appreso delle sue terminali condizioni di salute e provveduto alla sostituzione come amministratore delegato, senza aspettarne la morte.

            La verifica, come si chiama eufemisticamente l’indagine avviata dalla Consob, riguarda in pratica l’attendibilità della sorpresa manifestata dal gruppo automobilistico di fronte alla notizia diffusa dall’ospedale universitario di Zurigo che Marchionne fosse in cura “da oltre un anno per una grave malattia”. Che pertanto l’amministratore delegato avrebbe nascosto al gruppo, con la complicità della sua compagna di vita Manuela Battezzato, dipendente anch’essa di FCA.

            Si deve essere creato un clima di preoccupazione, temendo chissà quali problemi, in quello che fu l’entourage aziendale di Marchionne se il suo fidato Alfredo Altavilla, peraltro dimessosi da responsabile del gruppo per l’Europa, si è affrettato a precisare di non avere mai saputo neppure lui delle “gravi condizioni” dell’amico e superiore.

            pullvoer.jpgIntanto c’è chi fa, sempre dopo la morte, le pulci ai conti di Marchionne contestandone il vanto di avere azzerato i debiti del gruppo. Il Fatto Quotidiano gli ha contestato in apertura della prima pagina di avere invece lasciato debiti ancora per 16 miliardi di euro. E lo ha soprannominato in morte “Mister Pullover”: quello, di pullover, che sempre il quotidiano diretto da Marco Travaglio ha fatto sventolare a mezz’asta in una vignetta, alla notizia della morte, con uno spirito meglio decifrabile -e più esecrabile- alla luce dello scoop appena vantato sulla effettiva eredità lasciata alla FCA dal suo ex amministratore delegato. E’ la stampa, bellezza, avranno forse voglia di dire da quelle parti scimmiottando l’Humphrey Bogart di Casablanca.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: