Le “toghe rosse” a rischio, ma il giustizialismo resta al sicuro

            La collega Liliana Milella, che quel mondo lo conosce a menadito, ha denunciato su Repubblica lo stato di pericolo in cui si trovano col nuovo guardasigilli, il grillino Alfonso Bonafede, quelle che anche lei si è decisa a chiamare “toghe rosse”, pur tra virgolette. Di solito a sinistra se ne nega l’esistenza. E si trattano come visionari quanti ne lamentano la presenza e influenza nei tribunali, soprattutto fra i pubblici ministeri, nel Ministero della Giustizia e nel Parlamento.

            Milella ha fatto molti nomi, che eviterò qui di ripetere non volendo rischiare quello che forse a lei viene risparmiato per le simpatie che ha saputo guadagnarsi da quelle parti: tutti allontanati dai loro posti all’arrivo del nuovo ministro. Che se ne sarebbe liberato diffidando proprio dei loro orientamenti politici di sinistra.

            Faccio solo due eccezioni perchè si tratta di ex parlamentari -Anna Finocchiaro e Doris Lo Moro- che Bonafede non vorrebbe al Ministero, dove invece il suo predecessore, e loro collega di partito, Andrea Orlando aveva chiesto al Consiglio Superiore della Magistratura di destinare, col distacco, al loro rientro in servizio. Una manovra di disturbo sarebbe in atto anche contro Felice Casson, anche lui reduce dall’esperienza parlamentare e in corsa per occuparsi come magistrato, al Ministero, dei rapporti con l’amministrazione giudiziaria francese.

            Milella.jpgLe “toghe rosse” sarebbero entrate nel mirino del nuovo guardasigilli per “spostare a destra” anche la magistratura, come sarebbe avvenuto negli equilibri politici nazionali con la formazione della maggioranza governativa grillo-leghista. Che si prenderà naturalmente buona parte degli otto seggi di spettanza parlamentare del nuovo Consiglio Superiore della Magistratura, scadendo quello in carica fra due mesi. I sedici seggi spettanti ai magistrati eletti dai loro 9.500 colleghi verranno assegnati con le votazioni in programma l’8 e il 9 luglio.

             La guerra, o qualcosa del genere, condotta dal guardasigilli contro le “toghe rosse” sarebbe stata e sarebbe funzionale proprio a influire sulle elezioni imminenti per i sedici membri togati del Consiglio Superiore della Magistratura, a vantaggio delle correnti collocate da Milella a “destra”, fra le quali quella di Piercamillo Davigo. Che ha tante volte smentito incontri e quant’altro attribuitigli con Beppe Grillo, senza mai riuscire ad allontanare del tutto il sospetto malizioso di un feeling col movimento delle 5 stelle.

            Il terreno che le “toghe rosse”, sempre tra virgolette, starebbero perdendo con l’avvento del nuovo governo, e relativi equilibri politici, sarebbe tuttavia solo quello materiale. Cioè, il potere negli organismi di rappresentanza e nei posti strategici dell’amministrazione giudiziaria. Sul piano, diciamo così, ideale le cose non cambierebbero se i timori espressi o raccolti dalla giornalista di Repubblica si rivelassero fondati. Anche nella sua versione di “destra” l’orientamento di buona parte della magistratura rimarrebbe giustizialista, visto ciò che Davigo ha dichiarato tante volte di pensare di chi esce indenne dai processi per la prescrizione, ma anche di chi la farebbe franca con l’assoluzione  per non aver commesso il fatto, o perché il fatto non sussiste.

           Magari, sarà stato frainteso da chi lo ha sentito nelle sue frequenti performance televisive, ma questa è la sensazione non consolante data dalle sferzanti intemerate dell’ex presidente dell’associazione nazionale dei magistrati.    

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: