Le sardine sono diventate indigeste ai grillini già gastrosofferenti per il Pd

            Chi ha fatto indigestione di sardine comincia a subirne o temerne gli effetti.

            Luigi Di Maio quando era ancora il capo del Movimento 5 Stelle confessò di essere stato tentato di mescolarsi nella piazza romana di San Giovanni con le sardine che a metà dicembre la riempirono per esportare il loro fenomeno antileghista dall’Emilia-Romagna, dove avevano esordito per cercare di impedire che Matteo Salvini conquistasse la regione più rossa, o fra le più rosse, d’Italia. Il ministro degli Esteri se ne trattenne all’ultimo momento per non creare fra il pubblico più imbarazzo che interesse. E fece bene, anche perché soltanto il giorno dopo dovette dichiararsi sorpreso dalla decisione di Mattia Santori e amici di scambiarsi le idee e preparare altre iniziative in un palazzo occupato, come adepti di un qualsiasi centro sociale come quello storico degli anni Novanta a Milano in via Leoncavallo. Dove peraltro si era fatto le ossa da giovanissimo proprio Salvini, non immaginando evidentemente in quale altra direzione la politica lo avrebbe portato.

            Ora che non è più capo del movimento grillino, e neppure capo della delegazione pentastellata al governo, e si sta forse godendo le difficoltà dei suoi successori alle prese col Pd e gli altri scomodi alleati di sinistra, Di Maio deve essere rimasto silenziosamente esterrefatto di fronte alla seconda foto a sorpresa delle sardine: seconda dopo quella del passaggio romano sotto lo striscione inneggiante alle occupazioni abusive degli stabili.

          Santori e amici, ospiti di Oliviero Toscani, si sono lasciati riprendere stavolta per niente imbarazzati in festosa Oliviero Toscani.jpegcompagnia proprio con quel Benetton al quale i grillini, per vendicare i morti  del crollo del ponte Morandi a Genova, non vedono l’ora di togliere tutte le concessioni autostradali cui partecipa con guadagni secondo loro immeritati e sporchi di sangue. E’ peraltro proprio di questi giorni e di queste ore il timore dei pentastellati  di ricevere dal presidente del Consiglio, nonostante l’aiuto, diciamo così, prestatogli per rimanere a Palazzo Chigi cambiando maggioranza, sorprese su Benetton analoghe a quelle sulla Tap e sulla Tav subite nel precedente governo a partecipazione leghista. Allora essi dovettero ingioiare i rospi, rispettivamente, del gasdotto marino con terminale in Puglia e della linea ferroviaria ad alta velocità per il trasporto delle merci fra l’Italia e la Francia.

            Adesso le sardine sono diventate decisamente e definitivamente indigeste per i grillini di ogni tendenza e venatura, da Di Maio a Roberto Fico.  Che, vista la popolarità da esse guadagnatesi dopo l’esordio in Emilia-Romagna, cominciano a temerle elettoralmente. Da simpatiche sardine possono diventare sanguisughe sul corpo già anemico di un movimento sceso a livello nazionale, secondo i sondaggi più ottimistici, al 14 per cento dei voti dal 32 delle elezioni politiche del 2018.

            Le sardine d’altronde, anche a costo di dividersi come in tutte le comunità politiche, specie dopo l’infortunio della foto con Benetton, non nascondono le loro ambizioni elettorali, forse esordendo direttamente o indirettamente  già nelle prove regionali della primavera prossima. L’unica speranza o consolazione coltivabile a questo punto dai grillini è che a fare le spese delle cresciute ambizioni delle sRepubblica.jpegardine possa essere anche il Pd, dopo e a dispetto dei vantaggi ricavati in Emilia-Romagna: il “pesce grosso” forse al quale ha pensato, sotto sotto, anche il direttore di Repubblica scrivendo dei seimila “pesci piccoli” ai quali qualche giorno aveva voluto dare voce raccomandandoli a Giuseppe Conte e a Nicola Zingaretti.   

 

 

 

Ripreso da http://www.startmag.it http://www.policymakermag.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: